Calamità "dinamica": PESTE O EPIDEMIA

Evoluzione delle regole del prototipo fino alla versione attuale

Calamità "dinamica": PESTE O EPIDEMIA

Messaggio da leggereda Veldriss il 4 novembre 2011, 16:19

Sto rivedendo le CALAMITA' e vorrei apportare una modifica sostanziale all'attuale PESTE: vorrei provare a renderla dinamica nel tempo, nel senso che se i giocatori non fanno nulla per contrastarla, in breve tutta la mappa verrebbe impestata e la partita terminerebbe con la sconfitta di tutti i giocatori (cosa già successa, per una serie di coincidenze, 1 sola volta in tutte le partite che abbiamo fatto :shock: ).

nel XIII secolo la PESTE non c'era, piuttosto c'erano delle epidemie che colpivano delle aree "limitate" e non mi sembra di aver letto, per ora, di catastrofi simili precedenti al 1347.
Per cui forse sarebbe più corretto chiamarla EPIDEMIA e studiare una meccanica per farla espandere in modo limitato sulla mappa... qualche idea?
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)

Re: Calamità "dinamica": PESTE O EPIDEMIA

Messaggio da leggereda Veldriss il 4 novembre 2011, 18:57

Per ora ho in testa questa meccanica:

l'EPIDEMIA colpisce un CENTRO ABITATO della vittima... in base alle dimensioni del CENTRO ABITATO (VILLAGGIO, BORGO o CITTA') si tira 1D4, 1D6 o 1D8 per vede quanti morti ci sono al primo turno... dopodichè si procede come segue:
- al turno successivo l'EPIDEMIA colpisce anche i territori confinanti col CENTRO ABITATO
- al turno successivo ancora l'EPIDEMIA colpisce anche i territori confinanti con i territori confinanti col CENTRO ABITATO
- e via dicendo

Così dicendo praticamente l'EPIDEMIA si espanderebbe a macchia d'olio su tutta la mappa e farebbe una strage in pochissimi turni... come gestirne e arginarne l'espansione?

Potrei introdurre dei fattori che rallentano o aumentano il contagio, per esempio fattori come il tipo di terreno e TECNOLOGIE, provo ad ipotizzare:

- territori con MONTAGNA e DESERTO riducono le perdite di 4 armate
- territori con COLLINA e BOSCO riducono le perdite di 2 armate
- territori con PIANURA non riducono le perdite
- confini con FIUMI riducono le perdite di 2 armate
- confini con TORRENTI riducono le perdite di 1 armata
- territori senza armate interrompono il propagarsi dell'infezione
- MEDICINA riduce le perdite un numero di armate pari al LT (livello tecnologico) del giocatore
- OSPEDALE azzera le perdite e quindi rende immuni all'EPIDEMIA
- STRADE volevo mettere che aumenta le perdite di 1 armata, ma purtroppo mi causa troppe eccezioni e BUG alla meccanica di infezione, per cui sono costretto a toglierla
- CENTRO ABITATO aumenta le perdite di 1 armata
- i BARBARI subiscono gli effetti come i giocatori... e non avendo le tecnologie sono destinati alla distruzione

Vediamo se riesco a simulare qualche esempio, prendiamo la nostra solita Spagna che fa da cavia:
Immagine

1° ESEMPIO:

Turno 1
Scoppia un'EPIDEMIA a Lisbona al 6° turno di gioco (perché abbiamo deciso che nei primi 5 turni le CALAMITA' non ci sono).
Si presume che i giocatori siano passati tutti al 2° livello tecnologico, ma quasi certamente Lisbona è ancora un VILLAGGIO perché il Regno di Castiglia l'ha appena ricostruita dopo aver conquistato tutto il Portogallo occupandolo con 5 armate nel territorio di Coimbra, 5 ad Algarve e 10 a Lisbona (Alentejo)
Lanciamo quindi 1D4 per le perdite e supponiamo ci siano 4 perdite (il massimo per questo caso)
Supponiamo pure che il giocatore spagnolo non abbia MEDICINA, comunque se la procura immediatamente per sfruttarla il prossimo turno.

Turno 2
L'EPIDEMIA dovrebbe diffondersi, vediamo come considerando il terreno e il fatto che il giocatore spagnolo ha MEDICINA:
- Lisbona VILLAGGIO (+1 perdita) su Alentejo territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 3 perdite
- Coimbra territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) ma il confine tra Alentejo e Coimbra è attraversato da un FIUME (-2 perdite) = 0 perdite
- Etremadura territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 2 perdite
- Algarve territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 2 perdite

Turno 3
L'EPIDEMIA continua a diffondersi anche nei territori adiacenti, vediamo cosa succede:
- Lisbona VILLAGGIO (+1 perdita) su Alentejo territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 2 perdite
- Coimbra il contagio si era fermato per cui non contagia i territori di Galizia e Leon
- Etremadura territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 0 perdite
- Leon territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) ma il confine tra Etremadura e Leon è attraversato da un FIUME (-2 perdite) = 0 perdite
- Toledo VILLAGGIO (+1 perdita) su Castiglia territorio COLLINA (+2 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 0 perdite
- Andalusia Occidentale territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 0 perdite

Turno 4
L'EPIDEMIA non si espande più e colpisce solo Lisbona:
- Lisbona VILLAGGIO (+1 perdita) su Alentejo territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 1 perdite

Turno 5
L'EPIDEMIA non si espande più e colpisce solo Lisbona:
- Lisbona VILLAGGIO (+1 perdita) su Alentejo territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 0 perdite

E fin qui sembra tutto OK... prevedendo le perdite che avrebbe avuto nei turni successivi, il giocatore spagnolo ha compensato in modo da non subire eventuali rivolte... totali perdite subite = 14 armate (10 a Lisbona, 2 in Estremadura e 2 in Algarve).

2° ESEMPIO:

Ipotizziamo che il giocatore spagnolo possiede già MEDICINA
Lisbona al 2° livello (BORGO)
Tirare 1D6 per le perdite e fare 6, verrebbero comunque diminuite subito a 4 per MEDICINA e quindi non cambierebbe nulla.
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)

Re: Calamità "dinamica": PESTE O EPIDEMIA

Messaggio da leggereda Veldriss il 5 novembre 2011, 15:11

Vediamo cosa potrebbe succedere ancora, riprendiamo la nostra solita Spagna che fa da cavia così non diventiamo matti a leggere l'esempio e verificarlo visivamente:
Immagine

3° ESEMPIO:

Turno 1
Scoppia un'EPIDEMIA a Lisbona al 6° turno di gioco (perché abbiamo deciso che nei primi 5 turni le CALAMITA' non ci sono).
Supponiamo che il giocatore spagnolo sia passati al 2° livello tecnologico e che Lisbona sia un BORGO, conquistato tutto il Portogallo occupandolo con 5 armate nel territorio di Coimbra, 5 ad Algarve e 10 a Lisbona (Alentejo)
Lanciamo quindi 1D6 per le perdite e supponiamo ci siano 6 perdite (il massimo per questo caso)
Supponiamo pure che il giocatore spagnolo non abbia MEDICINA, comunque se la procura immediatamente per sfruttarla il prossimo turno.
Stavolta l'EPIDEMIA è seria per cui il giocatore spagnolo dovrebbe puntare all'acquisto di OSPEDALE per bloccare completamente e ovunque il contagio.. cosa che avverrebbe al 3° turno di EPIDEMIA (al 1° turno compra MEDICINA, al 2° CHIRURGIA e al 3° OSPEDALE).
Vediamo invece cosa succederebbe se il giocatore spagnolo fosse "impossibilitato" per varie ragioni (non abbastanza fiorini, troppe carte TECNOLOGIA da acquistare per poter passare di livello tecnologico e quindi acquistare una carta di 4° livello come OSPEDALE ecc ecc...).

Turno 2
L'EPIDEMIA dovrebbe diffondersi, vediamo come considerando il terreno e il fatto che il giocatore spagnolo ha MEDICINA:
- Lisbona BORGO (+1 perdita) su Alentejo territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 5 perdite
- Coimbra territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) ma il confine tra Alentejo e Coimbra è attraversato da un FIUME (-2 perdite) = 2 perdite
- Etremadura territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 4 perdite
- Algarve territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 4 perdite

Turno 3
L'EPIDEMIA continua a diffondersi anche nei territori adiacenti, vediamo cosa succede:
- Lisbona BORGO (+1 perdita) su Alentejo territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 4 perdite
- Coimbra territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 0 perdite
- Santiago di Compostela BORGO (+1 perdita) su Galizia territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 1 perdita
- Leon territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 0 perdite
- Etremadura territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 2 perdite
- Toledo VILLAGGIO (+1 perdita) su Castiglia territorio COLLINA (-2 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 1 perdita
- Algarve territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 2 perdite
- Andalusia Occidentale territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 2 perdite

Turno 4
L'EPIDEMIA continua a diffondersi anche nei territori adiacenti, vediamo cosa succede:
- Lisbona BORGO (+1 perdita) su Alentejo territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 3 perdite
- Santiago di Compostela BORGO (+1 perdita) su Galizia territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 0 perdite
- Etremadura territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 0 perdite
- Toledo VILLAGGIO (+1 perdita) su Castiglia territorio COLLINA (-2 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 0 perdite
- Algarve territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 2 perdite
- Andalusia Occidentale territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 0 perdite
- Asturie, Navarra, Aragona, Valencia, Murcia e Andalusia = 0 perdite

Turno 5
L'EPIDEMIA non si espande più e colpisce solo Lisbona:
- Lisbona VILLAGGIO (+1 perdita) su Alentejo territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 2 perdite

Turno 6
L'EPIDEMIA non si espande più e colpisce solo Lisbona:
- Lisbona VILLAGGIO (+1 perdita) su Alentejo territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 1 perdita

Turno 7
L'EPIDEMIA non si espande più e colpisce solo Lisbona:
- Lisbona VILLAGGIO (+1 perdita) su Alentejo territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) = 0 perdite

Come abbiamo detto all'inizio, se il giocatore avesse acquistato al 3° turno OSPEDALE avrebbe dato uno stop deciso al contagio perdendo "solo" 21 armate (11 a Lisbona, 2 a Coimbra, 4 in Etremadura e 4 ad Algarve)... in questo caso invece le cose sono andate peggio per un totale di 41 armate... supponiamo che tutta la penisola iberica fosse in mano al giocatore spagnolo, quindi ogni turno prenderebbe 12 armate (escludendo eventuali MERCENARI e bonus dovuti a VASSALLAGGIO o FANATISMO).
In 6 turni di EPIDEMIA avrebbe preso 72 (12*6) armate di rinforzo, ma ne avrebbe perse 41 per la CALAMITA'
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)

Re: Calamità "dinamica": PESTE O EPIDEMIA

Messaggio da leggereda Veldriss il 5 novembre 2011, 16:19

Ok, proviamo a fare un esempio complicato che colpisce anche un 2° e un 3° giocatore, usiamo la Francia stavolta:
Immagine

Caso PEGGIORE possibile immaginabile: tutti i giocatori sono ormai da tempo al 3° livello tecnologico, ma Francese (territori blu) e Inglese (territori rossi) non hanno acquistato MEDICINA e quindi tantomeno OSPEDALE, solo il giocatore Tedesco (territori marroni a destra nell'immagine) le ha... vediamo cosa potrebbe succedere:

4° ESEMPIO:

Turno 1
Scoppia un'EPIDEMIA a Parigi.
Lanciamo quindi 1D8 per le perdite e supponiamo ci siano 8 perdite (il massimo per questo caso)
Il giocatore Francese non ha MEDICINA, comunque se la procura immediatamente per sfruttarla il prossimo turno e visto che l'EPIDEMIA è gravissima anche il giocatore Inglese la comprerà subito.. nessuno dei 2 però potrà comprare OSPEDALE).
Vediamo invece cosa succede...

Turno 2
L'EPIDEMIA dovrebbe diffondersi, vediamo come considerando il terreno e il fatto che il giocatore Francese ha MEDICINA:
- Parigi CITTA' (+1 perdita) su Orlean territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-2 perdite) e STRADE (+1 perdita) = 8 perdite (qui in teoria si crea un BUG: Parigi continuerebbe a perdere ogni turno 8 armate, cosa che sarebbe meglio evitare altrimenti l'unica soluzione per il giocatore Francese sarebbe quella di spopolare Parigi e lasciarla morire... ci penso un attimo... probabilmente basterebbe modificare l'effetto di MEDICINA: invece di "-2 perdite" farlo diventare "dimezza le perdite"... come non detto, in alcuni casi non andremmo mai a 0 perdite... allora facciamo che MEDICINA riduce le perdite pari al livello tecnologico del giocatore e STRADE dovrò eliminarlo come effetto)
quindi... correggendo... diventa...
- Parigi CITTA' (+1 perdita) su Orlean territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 6 perdite
- Bretagna territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 5 perdite
- Poitou territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite), ma il confine tra Orlean e Poitou è attraversato da un FIUME (-2 perdite) = 3 perdite
- Borgogna territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite), ma il confine tra Orlean e Borgogna è attraversato da un TORRENTE (-1 perdita) = 4 perdite
- Normandia territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite), ma il confine tra Orlean e Normandia è attraversato da un FIUME (-2 perdite) = 3 perdite

Turno 3
- Parigi CITTA' (+1 perdita) su Orlean territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 4 perdite
- Bretagna territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 2 perdite
- Poitou territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 0 perdite
- Guienna territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 0 perdite
- Borgogna territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 1 perdita
- Alvernia territorio COLLINA (-2 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 0 perdite
- Normandia territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 0 perdite
- Elvezia territorio MONTAGNA (-3 perdite) e Alsazia territorio BOSCO (-2 perdite) = 0 perdite anche se il giocatore Tedesco avesse avuto solo MEDICINA e non OSPEDALE
- Lorena territorio BOSCO (-2 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 0 perdite
- Anversa CITTA' (+1 perdite) Fiandra territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 1 perdita

Turno 4
- Parigi CITTA' (+1 perdita) su Orlean territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 2 perdite
- Bretagna territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 0 perdite
- Borgogna territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 0 perdite
- Anversa CITTA' (+1 perdite) Fiandra territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 0 perdite

Turno 5
- Parigi CITTA' (+1 perdita) su Orlean territorio PIANURA (+0 perdite) con MEDICINA (-3 perdite) = 0 perdite

Totale perdite in 4 turni di EPIDEMIA sono:
3 armate agli Inglesi (in Normandia)
36 armate Francesi (20 a Parigi, 7 in Bretagna, 3 a Poitou, 5 in Borgogna e 1 ad Anversa)

Comunque sia l'EPIDEMIA in questo modo pare funzioni benissimo, unica cosa è che, essendo molto meno potente della PESTE, presumo ne metterò 2 anziché 1 sola nel mazzo CALAMITA'.

Unica cosa che potrei implementare è inserire STRADE, ma solo per indebolire FIUMI e TORRENTI... nell'esempio precedente si tradurrebbe in circa 3-6 armate in più perse, niente di grave.

Nel caso l'EPIDEMIA raggiunga territori con CENTRI ABITATI sotto assedio, sarà l'esercito assediante a subire le perdite mentre gli assediati saranno immuni.
Attaccare territori infetti dall'EPIDEMIA porta al contagio dell'esercito attaccante, stessa cosa per MEZZI DI TRASPORTO che magari commerciano con CENTRI ABITATI infetti... sto pensando se i giocatori potrebbero sfruttare questa cosa per contagiare di proposito altri territori... ci devo pensare...
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)

Re: Calamità "dinamica": PESTE O EPIDEMIA

Messaggio da leggereda Andrea il 16 ottobre 2016, 11:11

Veldriss ha scritto:nel XIII secolo la PESTE non c'era, piuttosto c'erano delle epidemie che colpivano delle aree "limitate" e non mi sembra di aver letto, per ora, di catastrofi simili precedenti al 1347.
Per cui forse sarebbe più corretto chiamarla EPIDEMIA

Sono d'accordo sul fatto che PESTE nel XIII secolo non c'era e quindi è meglio EPIDEMIA, ma non pensi che già la parola PESTE infonda un po' più "paura", che sia anche più caratteristica di una semplice EPIDEMIA, che abbia in sé più significato ? E' un fatto puramente caratteristico e che non influenza in nessun modo il gioco ed è anche vero che prima del 1347 non ci siano stati casi di peste ma è più ... ehm... mi sono spiegato? :D
"Al mio funerale sarà bello assai perché ci saranno parole, paroloni, elogi, mi scopriranno un grande attore: perché questo è un bellissimo Paese, in cui però per venire riconosciuto di qualcosa, bisogna morire."
Antonio de Curtis, in arte Totò
Andrea
CASTELLANO
CASTELLANO
 
Messaggi: 159
Iscritto il: 30 giugno 2016, 18:25

Re: Calamità "dinamica": PESTE O EPIDEMIA

Messaggio da leggereda Veldriss il 16 ottobre 2016, 11:49

Andrea ha scritto:
Veldriss ha scritto:nel XIII secolo la PESTE non c'era, piuttosto c'erano delle epidemie che colpivano delle aree "limitate" e non mi sembra di aver letto, per ora, di catastrofi simili precedenti al 1347.
Per cui forse sarebbe più corretto chiamarla EPIDEMIA

Sono d'accordo sul fatto che PESTE nel XIII secolo non c'era e quindi è meglio EPIDEMIA, ma non pensi che già la parola PESTE infonda un po' più "paura", che sia anche più caratteristica di una semplice EPIDEMIA, che abbia in sé più significato ? E' un fatto puramente caratteristico e che non influenza in nessun modo il gioco ed è anche vero che prima del 1347 non ci siano stati casi di peste ma è più ... ehm... mi sono spiegato? :D


Ti sei spiegato benissimo e sarei d'accordissimo... ed infatti all'inizio la carta si chiamava proprio PESTE... ma proprio per rappresentare nel modo più fedele possibile il periodo scelto sono stato costretto a rinominarla EPIDEMIA (vedi anche l'evoluzione delle carte: viewtopic.php?f=6&t=1280&start=50#p4161 ).
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)

Re: Calamità "DINAMICA": PESTE O EPIDEMIA

Messaggio da leggereda Veldriss il 11 luglio 2017, 21:35

Riporto il testo vecchio...

EPIDEMIA: colpisce 1 centro abitato della Vittima Primaria; lanciare 1D4, 1D6 o 1D8 a seconda del livello dell’edificio civile per determinarne le perdite iniziali. Nel turno successivo, durante la fase EVENTI, l’EPIDEMIA continuerà a colpire il centro abitato e si espanderà nei territori confinanti, e via così nei turni successivi, seguendo le seguenti regole:
- ogni turno le perdite diminuiscono automaticamente di 1 armata in tutti i territori colpiti
- territori con MONTAGNA e DESERTO riducono le perdite di 4 armate
- territori con COLLINA e BOSCO riducono le perdite di 2 armate
- territori con PIANURA non riducono le perdite
- confini con STRETTI riducono le perdite di 3 armate
- confini con FIUMI riducono le perdite di 2 armate
- confini con TORRENTI riducono le perdite di 1 armata
- MEDICINA riduce le perdite un numero di armate pari al LT del giocatore
- OSPEDALE azzera le perdite e quindi rende immuni all'EPIDEMIA
- STRADE riduce di 1 il bonus di FIUMI e TORRENTI
- CITTÀ aumenta le perdite di 1 armata
- i BARBARI subiscono gli effetti come i giocatori... e non avendo le tecnologie sono destinati alla distruzione.
L’EPIDEMIA si propaga nei territori confinanti solo se nel territorio infettato durante il turno precedente ha causato delle perdite, altrimenti non si propaga.
Se l’EPIDEMIA raggiunge un territorio sotto assedio, gli assediati rimangono immuni mentre l’esercito assediante subirà gli effetti.
Le armate sui mezzi di trasporto possono essere infettate e trasportare lontano l’EPIDEMIA in altri territori, infettando automaticamente i territori in cui si fermano.

Es: scoppia un’EPIDEMIA nella CITTÀ di Alessandria con 20 armate, quindi si tira 1D8 con risultato 8 a cui si somma 1 perché è una CITTÀ, ma si sottrae 4 perché il territorio è DESERTO, totale 5 perdite. Al turno successivo il mamelucco acquista MEDICINA per cui le perdite ad Alessandria diminuiscono di 3 per MEDICINA, 4 per il DESERTO e automaticamente di 1, quindi 0 perdite; intanto l’EPIDEMIA si propaga nei territori adiacenti con valore di 5 perdite, la Cirenaica però è un DESERTO per cui le perdite vengono ridotte di 4 e 3 per MEDICINA e automaticamente di 1, per cui anche in Cirenaica 0 perdite; in Egitto invece è PIANURA, ma c’è il FIUME che riduce di 2 e 3 per MEDICINA e automaticamente di 1, per cui anche in Egitto 0 perdite.

Es: scoppia un’EPIDEMIA nella CITTÀ di Costantinopoli con 20 armate, quindi si tira 1D8 con risultato 8 a cui si somma 1 perché è una CITTÀ, totale 9 perdite. Il bizantino è di 3° LT, ha STRADE e al turno successivo compra ISTRUZIONE; le perdite a Costantinopoli sono 8; in Misia dall’altra parte del Bosforo si riducono di 3 per lo STRETTO e di 2 per la COLLINA e di 1 automaticamente, per cui 3 perdite in Misia; in Macedonia si riducono di 2 per COLLINA e 1 automaticamente per cui 6 perdite; Dobrugia ha solo la riduzione di 1 automaticamente per cui 8 perdite. AL turno successivo il bizantino acquista MEDICINA; a Costantinopoli riduce di 3 per MEDICINA e 1 automaticamente per cui totale perdite 4; dalla Misia l’EPIDEMIA si propaga in Bitinia, Licia e Lidia, ma in tutti questi territori c’è una riduzione di 2 per COLLINA e 3 per MEDICINA, quindi perdite 0; in Macedonia da 6 si riducono di 1 automaticamente e di 3 per MEDICINA e di 2 per COLLINA, quindi 0 perdite; in Tessaglia da 6 si riducono di 1 automaticamente e di 3 per MEDICINA, quindi 2 perdite; in Albania e Rascia da 6 si riducono di 1 automaticamente e di 3 per MEDICINA e di 2 per COLLINA, quindi 0 perdite; la Rumelia viene infettata dalla Dobrugia che ha un valore di 8 e si riduce di 1 automaticamente e di 3 per MEDICINA e di 2 per COLLINA, quindi 2 perdite; Valacchia e Bessarabia da 8 riducono 1 automaticamente e di 2 per il FIUME e di 3 per MEDICINA, per cui 2 perdite entrambe i territori. AL turno successivo l’EPIDEMIA si estingue.

Va scritto l’esempio con un mezzo di trasporto che lascia la città infetta e ne contagia un’altra.
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)

Re: Calamità "dinamica": PESTE O EPIDEMIA

Messaggio da leggereda Veldriss il 23 settembre 2017, 22:09

Versione quasi definitiva:

EPIDEMIA: colpisce 1 centro abitato della Vittima Primaria; lanciare 1D4, 1D6 o 1D8 a seconda del livello dell’edificio civile per determinarne le perdite iniziali. Nel turno successivo, durante la fase EVENTI, l’EPIDEMIA continuerà a colpire il centro abitato e si espanderà nei territori confinanti, e via così nei turni successivi, seguendo le seguenti regole:
- ogni turno le perdite diminuiscono di VF pari al LT del giocatore in tutti i territori già colpiti
- territori con MONTAGNA e DESERTO riducono le perdite di 4 VF
- territori con COLLINA e BOSCO riducono le perdite di 2 VF
- territori con PIANURA non riducono le perdite
- confini con STRETTI riducono le perdite di 4 VF
- confini con FIUMI e TORENTI riducono le perdite di 2 VF
- MEDICINA riduce le perdite di VF pari al LT del giocatore
- OSPEDALE azzera le perdite e quindi rende immuni all'EPIDEMIA
- STRADE annulla il bonus di FIUMI e TORRENTI
- l’insediamento aumenta le perdite di 1-2-3 VF in base al livello dell’edificio civile
- la fortificazione riduce le perdite di 1-2-3 VF in base al suo livello
- i BARBARI subiscono gli effetti come i giocatori... e non avendo le tecnologie sono destinati alla distruzione.
L’EPIDEMIA si propaga nei territori confinanti solo se nel territorio infettato durante il turno precedente ha causato delle perdite, altrimenti non si propaga; se si propaga, il numero di perdite è pari alle perdite del territorio precedente a cui poi vanno applicati i vari modificatori.
Se l’EPIDEMIA raggiunge un territorio sotto assedio, gli assediati rimangono immuni mentre l’esercito assediante subirà gli effetti.
Le armate sui mezzi di trasporto possono essere infettate e trasportare lontano l’EPIDEMIA in altri territori, infettando automaticamente i territori in cui si fermano.

Esempio: il mamelucco è al 2° LT e scoppia un’EPIDEMIA nella Capitale di Alessandria con 20 armate, quindi si tira 1D8 con risultato 7 a cui si somma 3 perché è una CITTÀ, ma si sottrae 4 perché il territorio è DESERTO e 1 perché c’è una fortificazione di livello 1, totale 5 perdite.
Al turno successivo il mamelucco acquista MEDICINA e passa al 3° LT, per cui le perdite ad Alessandria partono da 5, aumentano di 3 perché è una CITTÀ, ma diminuiscono di 3 per LT del giocatore, 3 per MEDICINA, 4 per il DESERTO e 1 perché c’è una fortificazione di livello 1, quindi 0 perdite; intanto l’EPIDEMIA si propaga nei territori adiacenti con valore di 5 perdite; la Cirenaica però è un DESERTO, le perdite vengono ridotte di 4 e 3 per MEDICINA, per cui in Cirenaica 0 perdite; in Egitto invece è PIANURA, ma c’è il FIUME che riduce di 2 le perdite e 3 per MEDICINA, per cui in Egitto 0 perdite.
Al turno successivo l’EPIDEMIA non crea più perdite e si estingue.

Esempio: il bizantino è al 3° LT e ha STRADE; scoppia un’EPIDEMIA nella CITTÀ di Costantinopoli con 20 armate, quindi si tira 1D8 con risultato 6 a cui si somma 3 perché è una CITTÀ, ma diminuiscono di 2 perché c’è una fortificazione di livello 2, totale 7 perdite; il bizantino durante la fase POSIZIONAMENTO aggiunge altre 10 VF di armate a Costantinopoli per un totale di 23 VF.
Al turno successivo il bizantino compra ISTRUZIONE; le perdite a Costantinopoli partono da 7, diminuiscono di 3 per LT del giocatore e di 2 perché c’è una fortificazione di livello 2, ma aumentano di 3 perché è una CITTÀ, quindi 5.
Intanto l’EPIDEMIA si propaga nei territori adiacenti con valore di 7 perdite; in Misia dall’altra parte del Bosforo si riducono di 4 per lo STRETTO e di 2 per la COLLINA, per cui 1 perdita in Misia; in Macedonia si riducono di 2 per COLLINA cui 5 perdite; Dobrugia 7 perdite.
AL turno successivo il bizantino acquista MEDICINA; le perdite a Costantinopoli partono da 5, diminuiscono di 3 per LT del giocatore, di 2 perché c’è una fortificazione di livello 2 e di 3 per MEDICINA, ma aumentano di 3 perché è una CITTÀ, per cui totale perdite 0. Dalla Misia l’EPIDEMIA si propaga con un valore di 1 perdita in Bitinia, Licia e Lidia, ma in tutti questi territori c’è una riduzione di 2 per COLLINA e 3 per MEDICINA, quindi perdite 0; in Macedonia da 5 si riducono di 3 per LT del giocatore, 3 per MEDICINA e di 2 per COLLINA, quindi 0 perdite.
In Tessaglia, Albania e Rascia l’EPIDEMIA si propaga con valore di 5 perdite; in Tessaglia da 5 si riducono di 3 per MEDICINA, quindi 2 perdite; in Albania e Rascia da 5 si riducono di 3 per MEDICINA e di 2 per COLLINA, quindi 0 perdite. La Rumelia viene infettata dalla Dobrugia che ha un valore di 7 (più alto del 5 della Macedonia) e si riduce di 3 per MEDICINA, di 2 per COLLINA e di 1 per la fortificazione di livello 1, ma aumenta di 1 per l’insediamento di livello 1, quindi 2 perdite; la Valacchia è del giocatore ungherese (LT 3, con MEDICINA, ma senza STRADE), parte da 7 e diminuiscono di 3 per MEDICINA (non di 2 per il FIUME perché il bizantino ha STRADE) per cui 4 perdite; la Bessarabia è del giocatore mongolo (LT 2, con MEDICINA, fortificazione di livello 1, ma senza STRADE), da 7 diminuiscono di 2 per MEDICINA (non di 2 per il FIUME perché il bizantino ha STRADE) e di 1 per la fortificazione di livello 1, per cui 4 perdite.
AL turno successivo l’EPIDEMIA si estingue.

Va scritto l’esempio con un mezzo di trasporto che lascia la città infetta e ne contagia un’altra.
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)

Re: Calamità "dinamica": PESTE O EPIDEMIA

Messaggio da leggereda Veldriss il 25 settembre 2017, 10:44

Qualche aggiustamento:

EPIDEMIA: colpisce 1 centro abitato della Vittima Primaria; lanciare 1D4, 1D6 o 1D8 a seconda del livello dell’edificio civile per determinarne le perdite iniziali. Nel turno successivo, durante la fase EVENTI, l’EPIDEMIA continuerà a colpire il centro abitato e si espanderà nei territori confinanti, e via così nei turni successivi, seguendo le seguenti regole:
- le perdite diminuiscono di VF pari al LT del giocatore in tutti i territori già colpiti
- territori con MONTAGNA e DESERTO riducono le perdite di 4 VF
- territori con COLLINA e BOSCO riducono le perdite di 2 VF
- territori con PIANURA non riducono le perdite
- confini con STRETTI riducono le perdite di 4 VF
- confini con FIUMI e TORENTI riducono le perdite di 2 VF
- MEDICINA riduce le perdite di VF pari al LT del giocatore (anche nel territorio appena colpito)
- OSPEDALE azzera le perdite e quindi rende immuni all'EPIDEMIA
- STRADE annulla il bonus di FIUMI e TORRENTI
- l’insediamento aumenta le perdite di 1-2-3 VF in base al livello dell’edificio civile (anche nel territorio appena colpito)
- la fortificazione riduce le perdite di 1-2-3 VF in base al suo livello (anche nel territorio appena colpito)
- se ci sono più territori che potrebbero infettare lo stesso territorio, viene infettato da quello con il valore più alto di infezione
- i BARBARI subiscono gli effetti come i giocatori... e non avendo le tecnologie sono destinati alla distruzione.
L’EPIDEMIA si propaga nei territori confinanti solo se nel territorio infettato durante il turno precedente ha causato delle perdite, altrimenti non si propaga; se si propaga, il numero di perdite è pari alle perdite del territorio precedente a cui poi vanno applicati i vari modificatori.
Se l’EPIDEMIA raggiunge un territorio sotto assedio, gli assediati rimangono immuni mentre l’esercito assediante subirà gli effetti.
Le armate sui mezzi di trasporto possono essere infettate e trasportare lontano l’EPIDEMIA in altri territori, infettando automaticamente i territori in cui si fermano.

Esempio: il mamelucco è al 2° LT e scoppia un’EPIDEMIA nella Capitale di Alessandria con 20 armate, quindi si tira 1D8 con risultato 7 a cui si somma 3 perché è una CITTÀ, ma si sottrae 4 perché il territorio è DESERTO e 1 perché c’è una fortificazione di livello 1, totale 5 perdite.
Al turno successivo il mamelucco acquista MEDICINA e passa al 3° LT, per cui le perdite ad Alessandria partono da 5, aumentano di 3 perché è una CITTÀ, ma diminuiscono di 3 per LT del giocatore, 3 per MEDICINA, 4 per il DESERTO e 1 perché c’è una fortificazione di livello 1, quindi 0 perdite; intanto l’EPIDEMIA si propaga nei territori adiacenti con valore di 5 perdite; la Cirenaica però è un DESERTO, le perdite vengono ridotte di 4 e 3 per MEDICINA, per cui in Cirenaica 0 perdite; in Egitto invece è PIANURA, ma c’è il FIUME che riduce di 2 le perdite e 3 per MEDICINA, per cui in Egitto 0 perdite.
Al turno successivo l’EPIDEMIA non crea più perdite e si estingue.

Esempio: il bizantino è al 3° LT e ha STRADE; scoppia un’EPIDEMIA nella CITTÀ di Costantinopoli con 20 armate, quindi si tira 1D8 con risultato 6 a cui si somma 3 perché è una CITTÀ, ma diminuiscono di 2 perché c’è una fortificazione di livello 2, totale 7 perdite; il bizantino durante la fase POSIZIONAMENTO aggiunge altre 10 VF di armate a Costantinopoli per un totale di 23 VF.
Al turno successivo il bizantino compra ISTRUZIONE; le perdite a Costantinopoli partono da 7, diminuiscono di 3 per LT del giocatore e di 2 perché c’è una fortificazione di livello 2, ma aumentano di 3 perché è una CITTÀ, quindi 5.
Intanto l’EPIDEMIA si propaga nei territori adiacenti con valore di 7 perdite; in Misia dall’altra parte del Bosforo si riducono di 4 per lo STRETTO e di 2 per la COLLINA, per cui 1 perdita in Misia; in Macedonia si riducono di 2 per COLLINA cui 5 perdite; nel territorio della Dobrugia 7 perdite, ma ci sono solo 5 VF, quindi vengono tolti 5 VF e la Dobrugia non propaga più l’EPIDEMIA.
AL turno successivo il bizantino acquista MEDICINA; le perdite a Costantinopoli partono da 5, diminuiscono di 3 per LT del giocatore, di 2 perché c’è una fortificazione di livello 2 e di 3 per MEDICINA, ma aumentano di 3 perché è una CITTÀ, per cui totale perdite 0. Dalla Misia l’EPIDEMIA si propaga con un valore di 1 perdita in Bitinia, Licia e Lidia, ma in tutti questi territori c’è una riduzione di 2 per COLLINA e 3 per MEDICINA, quindi perdite 0; in Macedonia da 5 si riducono di 3 per LT del giocatore, 3 per MEDICINA e di 2 per COLLINA, quindi 0 perdite.
In Tessaglia, Albania, Rascia e Rumelia l’EPIDEMIA si propaga con valore di 5 perdite; in Tessaglia da 5 si riducono di 3 per MEDICINA, quindi 2 perdite; in Albania e Rascia da 5 si riducono di 3 per MEDICINA e di 2 per COLLINA, quindi 0 perdite; la Rumelia si riduce di 3 per MEDICINA, di 2 per COLLINA e di 1 per la fortificazione di livello 1, ma aumenta di 1 per l’insediamento di livello 1, quindi 0 perdite.
AL turno successivo l’EPIDEMIA si estingue.

Va scritto l’esempio con un mezzo di trasporto che lascia la città infetta e ne contagia un’altra.
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)

Re: Calamità "dinamica": PESTE O EPIDEMIA

Messaggio da leggereda romange il 25 settembre 2017, 18:11

Mammamia :o :shock:
Ci vuole una laurea per far procedere questi eventi.... :?
romange
PATRIZIO
PATRIZIO
 
Messaggi: 94
Iscritto il: 31 gennaio 2017, 19:45

Prossimo

Torna a Il Regolamento


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite