Calamità TEMPESTA

Evoluzione delle regole del prototipo fino alla versione attuale

Calamità TEMPESTA

Messaggio da leggereda Veldriss il 6 luglio 2017, 19:23

Riporto il testo vecchio...

TEMPESTA: colpisce una delle zone di mare (determinare col lancio di un dado).
Tutte le navi in MARE affondano.
Tutti gli edifici che si affacciano su questa zone di mare vengono distrutti.
ARCHITETTURA riduce il danno e gli edifici vengono solo danneggiati, INGEGNERIA rende immuni gli edifici ai danni.
ASTRONOMIA consente alle navi in MARE di essere solo danneggiate, perdere metà del carico (armate e merci) e riparare nel porto più vicino, CARTOGRAFIA consente di riparare nel porto più vicino senza danni; se le navi sono già in porto subiscono danni seguendo le regole degli edifici.
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)

Re: Calamità TEMPESTA

Messaggio da leggereda aspez il 6 luglio 2017, 23:26

Noto che ci sono tante Calamità per la Terra e poche per Mare.
Suggerisco:

BONACCIA: Tutte le navi nelle zone di mare interessate smettono di muoversi per tre turni e tirano un dado/usano il loro LT/qualche tecnologia per uscire dalla BONACCIA. Dopo 1 turno di BONACCIA la merce che trasportano si guasta e si elimina dal gioco, dopo 2 turni di BONACCIA le armate trasportate si dimezzano, dopo 3 turni di BONACCIA gli equipaggi muoiono completamente e le navi restano vuote e in attesa di essere "catturate" da qualche altro giocatore.

AMMUTINAMENTO: l'equipaggio della flotta intera decide di ammutinarsi e il giocatore tira 1d8 per ogni sua nave: 1-2 la nave diventa una nave pirata e gioca come se fosse dei barbari; 3-6 metà equipaggio si ammutinarsi e si converte in barbari, quindi si combatte uno scontro sulla nave; 7-8 l'ammutinamento fallisce.

CIELO COPERTO: La navigazione senza stelle è impossibile quindi tutte le navi devono obbligatoriamente fare rotta verso il porto più vicini indipendentemente dal giocatore a cui appartiene. Si può ovviare con qualche tecnologia/lancio di dadi fortunato.

Almeno ci sono anche calamità che colpiscono il mare visto che è una parte rilevante della mappa e del gioco.
aspez
CONTADINO LIBERO
CONTADINO LIBERO
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 3 luglio 2017, 18:59

Re: Calamità TEMPESTA

Messaggio da leggereda Veldriss il 7 luglio 2017, 15:25

aspez ha scritto:Noto che ci sono tante Calamità per la Terra e poche per Mare.
Suggerisco:

BONACCIA: Tutte le navi nelle zone di mare interessate smettono di muoversi per tre turni e tirano un dado/usano il loro LT/qualche tecnologia per uscire dalla BONACCIA. Dopo 1 turno di BONACCIA la merce che trasportano si guasta e si elimina dal gioco, dopo 2 turni di BONACCIA le armate trasportate si dimezzano, dopo 3 turni di BONACCIA gli equipaggi muoiono completamente e le navi restano vuote e in attesa di essere "catturate" da qualche altro giocatore.

AMMUTINAMENTO: l'equipaggio della flotta intera decide di ammutinarsi e il giocatore tira 1d8 per ogni sua nave: 1-2 la nave diventa una nave pirata e gioca come se fosse dei barbari; 3-6 metà equipaggio si ammutinarsi e si converte in barbari, quindi si combatte uno scontro sulla nave; 7-8 l'ammutinamento fallisce.

CIELO COPERTO: La navigazione senza stelle è impossibile quindi tutte le navi devono obbligatoriamente fare rotta verso il porto più vicini indipendentemente dal giocatore a cui appartiene. Si può ovviare con qualche tecnologia/lancio di dadi fortunato.

Almeno ci sono anche calamità che colpiscono il mare visto che è una parte rilevante della mappa e del gioco.


Si, vero, le calamità sul mare sono poche, ma ci saranno parecchi eventi casuali sul mare... le tue idee sono ottime e le terrò sicuramente in considerazione per l'aggiornamento delle carte eventi che sto preparando qui: viewtopic.php?f=22&t=11457
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)

Re: Calamità TEMPESTA

Messaggio da leggereda Veldriss il 25 settembre 2017, 12:56

Testo quasi definitivo...

TEMPESTA: colpisce una delle zone di mare (determinare col lancio di un dado).
Tutte le navi in MARE affondano.
Tutti gli edifici che si affacciano su questa zone di mare vengono danneggiati.
INGEGNERIA rende immuni gli edifici ai danni.
ASTRONOMIA consente alle navi in MARE di essere solo danneggiate, perdere metà del carico (armate e merci) e riparare nel porto più vicino, CARTOGRAFIA consente di riparare nel porto più vicino senza danni; se le navi sono già in porto subiscono danni seguendo le regole degli edifici (danneggiate oppure senza danni).
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)


Torna a Il Regolamento


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite