E se fosse un boardgame?

Come lo vorreste: ad espansioni, alla tedesca o all'americana, con le miniature già colorate...

E se fosse un boardgame?

Messaggio da leggereda ItalicaAcies il 8 giugno 2014, 17:41

Questo post è quasi una richiesta personale all'autore, oltre che una proposta seria...
Volendo io, come molti altri, credo, giocare a MedioEvo Universalis, tutte le idee, tutte le vie che possano portare ad una commercializzazione del prodotto credo vadano vagliate.

Lasciando stare la versione light, che snatura il gioco e non elimina i problemi di componentistica, se vogliamo qualcosa di diverso sicuramente graficamente e che probabilmente ti farà storcere il naso, non possiamo che rinunciare alle care miniature.

Facendo ciò avremmo eserciti, edifici, navi in token, al pari di giochi come allies&axis, tranne dadi e porta carte, volendo volendo monete, e la costruzione ne esce semplificata al 90%, basta il contratto con una tipografia ben attrezzata o servizi stampa (SuperiorPod per dirne uno), il preventivo è fatto...si inizia la raccolta ordini e raggiunto un totale si va...

Si tratterebbe di disegnare i token, fare delle prove che ci stiano nella mappa, sostituire le spade con carte e altre piccole cose, e nei prossimi anni ti potresti ritrovare a commercializzare il prodotto, che forse non è esattamente come lo hai sognato, ma è giocato e apprezzato...anche perché per la versione miniature si è sempre in tempo poi, a vendere (quando realizzate) le miniature, gli edifici etc, per convertire il gioco...
ItalicaAcies
BANCHIERE
BANCHIERE
 
Messaggi: 75
Iscritto il: 30 maggio 2014, 23:52

Re: E se fosse un boardgame?

Messaggio da leggereda Veldriss il 23 giugno 2014, 20:09

Supponiamo che tu sia al mio posto... vediamo cosa bisognerebbe fare per mandare in produzione questo gioco.

- Manca il regolamento, scritto in modo chiaro e sintetico e comprensibile da tutti... ricordiamoci che poi finirà in mano a gente di tutti i tipi, dal nerd al neofita, quindi bisognerebbe evitare di far figure sia con i primi che con i secondi... forse serve n professionista oppure ci arrangiamo?

- Poi tocca fare la traduzione, almeno in inglese e casomai pure in tedesco? (francese e spagnolo verranno poi?)... ok, io non sono in grado di farlo, anche qui serve un professionista o ci arrangiamo e rischiamo di far figure con tutto il resto del mondo?

- Traduzione anche delle carte, tabelle, pannelli... praticamente bisognerà pensare di produrlo in inglese visto che è la lingua più comune... altrimenti pensare di produrne X scatole per ogni lingua sarebbe impensabile visti i costi di produzione.

- Poi bisogna preparare la grafica 2D per le pedine e gli eserciti 2D... serve per forza un grafico, saprei sicuramente a chi rivolgermi, ma anche lui va pagato.

- Poi va cambiata tutta la grafica del retro delle carte e delle scatole perchè la Paradox non mi ha dato il permesso di utilizzare quelle che uso attualmente per il prototipo.

- Forse ho dimenticato qualcosa? Sicuramente si, ma non essendo del mestiere come faccio a saperlo?

- Poi bisogna cominciare con i preventivi, ovviamente anche qui io non sono del mestiere quindi potrei prendere delle grosse cantonate o scegliere il fornitore sbagliato... ci vuole tempo, ma tanto... poi cosa fai, non vuoi avere almeno delle prove da valutare da almeno 3 fornitori?
E i preventivi vanno fatti in base al materiale e alle quantità... chi conosce i materiali migliori da utilizzare nel mio caso? Io no, forse mi aiuterà a scegliere la ditta fornitrice?

- Poi serve organizzare la produzione, i tempi di consegna dei vari fornitori, l'assemblaggio finale se per caso servisse, un posto dove stoccare il prodotto... un conto è stoccare 500 scatole, un conto sono 5000.

- Raccogliere ordini... non basta sicuramente scrivere sui vari forum per raggiungere 500 copie, serve sicuramente una piattaforma di crowdfunding per iniziare, ma poi serve una linea di distribuzione che ci appoggi, altrimenti non arrivi dovunque e le scatole rimangono invendute... quindi? Contratto con un distributore oppure si spera nel passaparola e nel potere della rete e/o dei social network?

- E le scartoffie per poter fare tutto? Bisogna creare una società? Servirà sicuramente la partita iva... poi? Servono permessi? Servono documenti di qualche tipo? Per importare o esportare... altro? Io non ne ho idea, ma comunque anche qui serve tempo e qualcuno che conosca la cosa.

- Forse sto ancora dimenticando qualcosa? Sicuramente si, ma non essendo del mestiere come faccio a saperlo? ... ... :?

Ce la puoi fare da solo?
Oppure ti servono dei professionisti?
Quanto costano questi professionisti e per quanto tempo?
Quanto tempo occorre per fare tutte queste cose da solo oppure con un team di persone?
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4412
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)

Re: E se fosse un boardgame?

Messaggio da leggereda Franz von Triest il 13 febbraio 2017, 1:27

Aggiungo qui una mia considerazione fuori topic, ma che non necessita di un suo luogo specifico per esprimerla.
La denominazione nel gioco di "barbari" mi sembra anacronistica nella prima metà del 1200.
Gli unici che continuavano ad usare quel termine erano i bizantini e lo usavano anche verso gli occidentali, che ritenevano rozzi ed eredi dei barbari che avevano disgregato l'impero romano d'occidente.
Nel gioco riterrei più corretto usare il termine "ribelli" che si presta meglio nel definire ciò che succede dall'interno. Non sono invasioni dall'esterno di popoli stranieri. Da cui le stesse miniature con connotazioni "mongole" non sarebbero corrette.
Non che questo cambi la mia opinione sul gioco che ormai è quasi in saccoccia :)
Purtroppo la vena storica ogni tanto si fa sentire e frantuma le scatole agli altri ... quindi non badate più di tanto a me ;)
Franz von Triest
CONTADINO LIBERO
CONTADINO LIBERO
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 7 febbraio 2017, 11:32

Re: E se fosse un boardgame?

Messaggio da leggereda Veldriss il 13 febbraio 2017, 2:00

Non va bene barbari, ma non va bene nemmeno ribelli perché in realtà queste armate rappresentano tutte le fazioni non giocanti...

- Regni realmente esistiti, di popolazioni europee, nord Africane e medio orientali, di varie religioni
- Ribelli di vario genere, perché nel gioco a volte ci sono ribellioni popolari, movimenti eretici, guerre civili
- Barbari sotto forma di nuove ondate dall'Africa o dal Medio Oriente
- Pirati

Per cui dargli un nome corretto è praticamente impossibile.
Avatar utente
Veldriss
"IL CREATORE"
"IL CREATORE"
 
Messaggi: 4412
Iscritto il: 21 ottobre 2008, 10:55
Località: Sovere (BG)


Torna a La versione commerciabile


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


cron